Home > Agriturismo Bologna

Agriturismo Bologna

Agriturismi a Bologna

Situata alla convergenza dei fiumi Savena e Reno nella pianura padana, alle pendici dell'Appennino, soggiornare in agriturismo e in bed and breakfast a Bologna può essere una scelta ottimale per la vacanza o per soggiorni di lavoro, data l'importante fiera bolognese. La città di Bologna ha una pianta circolare e una struttura radiale di impronta medievale, con un centro storico caratteristico per i porticati, i palazzi e le torri in cotto, materiale utilizzato fin dall'epoca romana. Nei dintorni e nei colli bolognesi sono molte le proposte e le offerte di agriturismi per ogni esigenza.

Agriturismi e B&B consigliati:

Agriturismo Le Fontanelle Castel del Rio

Agriturismo Le Fontanelle sulle colline imolesi a pochi chilometri da Castel del Rio.

Bed and Breakfast Lodole

Bed and Breakfast Lodole a Bologna, stile e cura del dettaglio in un ambietne caldo e accogliente.

Informazioni turistiche sulla città bolognese

Bologna, la "dotta" per la sua antichissima Università e la "grassa" per le sue specialità gastronomiche, oggi capoluogo di provincia e di regione, è un antichissimo insediamento ligure-iberico. Fu conquistata prima dagli Etruschi (che la nominarono Felsina), poi dai Galli Boi che la fecero capitale, finchè non la occuparono i Romani (189 a.C.) che vi fondarono una colonia (Bononia, appunto). Dopo essere stata più volte distrutta dai barbari, attorno l'anno Mille divenne Comune, godendo una fase di sviluppo e di ripresa, la cui testimonianza piùsignificativa fu l'istituzione dell'Università (o Studium) tra l'XI e il XII secolo, che divenne presto, e vieppiù nel tempo, punto di riferimento culturale per tutta l'Europa.

Tra i monumenti più significativi ricordiamo la Fontana del Nettuno (XVI sec.); il Palazzo Comunale (XIII sec., architettura formata da un complesso di edifici che in parte affacciano su piazza Maggiore), che ospita le Collezioni comunali d'arte; il Palazzo di Re Enzo (sorto nel XIII sec., in piazza del Nettuno), così denominato perchè vi morì prigioniero il figlio di Federico II; il duecentesco Palazzo del Podestà, sotto il quale si trovano le statue dei Santi patroni della città; la cattedrale di S. Petronio, uno degli esempi più importanti dell'arte gotica che si possano trovare in Italia; la grandiosa basilica (XIII sec.) di S. Domenico, che conserva ancora la facciata originaria; le due Torri, quella della Garisenda, la più antica (XI sec.), costruita con funzioni militari, e quella di poco successiva degli Asinelli, forse eretta con medesimi scopi; il palazzo della Mercanzia, in piazza Mercanzia; il palazzo Bevilacqua, con una facciata bugnata di evidente stile quattrocentesco; e ancora, le chiese di S. Francesco, S. Maria dei Servi e di S. Giacomo Maggiore. Sono inoltre da segnalare il Teatro Comunale, eretto nel 1700 dal Bibiena, e la Pinacoteca Nazionale con una notevole collezione divisa per sezioni, i primitivi, il Rinascimento e il Barocco. Nei dintorni (a circa 10 km) è importante, per la venerazione di cui è fatto oggetto dai Bolognesi, il santuario della Madonna di S. Luca, elegante costruzione ellittica.